L’aglio è conosciuto come un alimento contenente nutrienti naturali efficaci non solo per le persone ma anche per i cavalli.
L’aglio ha numerosi benefici per la salute grazie alle sue potenti proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. L’aglio è ricco di selenio e zolfo. Il selenio è un oligoelemento e un nutriente essenziale nel metabolismo di un cavallo; integrare l’aglio nel mangime del tuo cavallo può essere un ottimo modo per aumentare il contenuto di selenio nella dieta.
I livelli di selenio negli alimenti destinati al cavallo, come il fieno e i cereali tra cui avena e orzo, variano a seconda della quantità di selenio nel terreno su cui sono stati coltivati. Il selenio è importante per i cavalli perché è coinvolto sia nella produzione di anticorpi che sono vitali per un sistema immunitario forte, che nella produzione di ormoni tiroidei. Inoltre, grazie alla presenza di zolfo per le sue capacità depurative, l’aglio è noto anche per apportare benefici alle vie respiratorie ed urinarie.

Proprietà dell’aglio

Le proprietà antibatteriche dell’aglio sono note fin dall’antichità. Louis Pasteur ne dimostrò le proprietà antibatteriche nel 1858. Sui campi di battaglia, l’aglio è stato persino usato direttamente sulle ferite come antisettico durante la prima e la seconda guerra mondiale. Questa proprietà deriva dall’allicina, un composto organosolforato abbondante nell’aglio e nei suoi derivati.

L’allicina è un potente antibatterico ad ampio spettro, attivo su vari ceppi di streptococchi, stafilococchi, enterococchi, salmonella e shigella, ma anche un efficace antimicotico.

Una volta ingerita, l’allicina si scompone rapidamente in circa 100 altri composti solforati, come il disolfuro di allile, il disolfuro di diallile o anche l’ajoene, in proporzioni variabili, rendendola molto difficile da rilevare nel sangue.

Si può dare aglio fresco al cavallo?

In teoria, sì, ma è tutt’altro che pratico e si potrebbero avere dei problemi anziché benefici. Si ritiene pertanto più consigliabile utilizzare prodotti specifici per gli equini di provenienza adeguata per garantire che siano preparati, selezionati e sicuri per l’uso.

Se inserito come integratore alimentare all’interno del concentrato, apporta: Vitamine del gruppo B e vitamina C, minerali (selenio e ferro), oligoelementi (calcio e fosforo), oltre ad essere un antiossidante e quindi aiuta anche il sistema immunitario.

Il contenuto e la natura dei principi attivi dell’aglio dipendono  da un gran numero di fattori e sono quindi influenzati dai metodi di preparazione e/o estrazione. Per questo motivo è preferibile affidarsi a preparazioni controllate e magari inserite correttamente ed in giusta percentuale negli alimenti destinati ai cavalli.

Le principali forme di aglio  sono: crudo, schiacciato, aglio essiccato, in polvere o fiocchi ed in pellet.

Ma in commercio si possono trovare anche l’olio essenziale di aglio e l’olio vegetale all’aglio.

Nell’aglio  intatto, l’allicina è assente. Solo quando l’aglio fresco viene schiacciato o tritato, l’enzima alliinasi converte l’alliina in allicina. È l’allicina che è responsabile dell’aroma dell’aglio fresco.  In natura, l’allicina è la principale difesa dell’aglio contro animali erbivori, parassiti e insetti nocivi.

Dal metabolismo dello zolfo derivato dall’aglio vengono prodotti composti volatili come l’allilmetil zolfo (AMS) che una volta entrati in circolo vengono escreti attraverso i polmoni e la cute,  responsabile dell’effetto repellente agli insetti.

A temperatura ambiente, l’allicina inizia a prodursi dopo essere stata “aggredita” (morsa, tritata, schiacciata…) ma ci vogliono circa quindici minuti perché gran parte dell’alliina venga convertita in allicina.

L’alliinasi, è un enzima  molto sensibile alla temperatura e al pH. Pertanto, la cottura, così come un pH troppo acido (pH superiore a 3) inibisce definitivamente l’enzima.

La corretta somministrazione

La reazione chimica che converte l’alliina in allicina non può quindi avvenire una volta che l’aglio raggiunge lo stomaco o l’intestino (perché il pH è troppo acido), o quando si cuociono gli spicchi appena schiacciati (perché la temperatura è troppo alta).

Per questo motivo è bene quindi affidarsi a preparazioni corrette, controllate e testate per non incorrere in problemi o semplicemente spendere denaro senza avere alcun beneficio per il vostro cavallo.

PremiumHorse

CONSIGLIA

Prodotto tecnologico che si presenta in forma di pellet data la sua ricchezza di nutrienti e l’elevato contenuto di fibra. Grazie a tutto ciò il prodotto è facilmente digeribile e molto appetibile. Un prodotto di uso quotidiano,  e non solo, con nutrienti fondamentali alla salute del microbiota: allicina (A) e polifenoli (P).

Ricordare che la valutazione del Benessere di un animale è di pertinenza Medico Veterinaria.

Clarita Cavallucci

Medico Veterinario PhD

Centro di Studio del Cavallo Sportivo, Università degli studi di Perugia